I dieci regali da non fare a Natale: piccolo vademecum per evitare facce deluse

Cari amici e amiche,

sta per arrivare il Santo Natale, festa religiosa che porta gioia e felicità.

In questo periodo ci sentiamo il dovere di porgere i nostri rispetti con un dono ad amici, parenti, colleghi e conoscenti; e di ricevere altrettanto. E lasciamo perdere la solita frasetta “l’importante è il pensiero”, perché se scartando il regalo troviamo l’angelo di porcellana tarocca con la faccia storpiata… vi diremo “uuuuuh grazie”, ma stiamo già pensando ai calzini di poliestere che fanno puzzare le scarpe e generano bestiali eritemi ancor prima di indossarli, da regalarvi alla prossima occasione. 

È così, amici e amiche, inutile negarlo. 

Perciò, dopo avervi chiesto quali sono i regali più brutti che avete ricevuto, ho deciso, per puro spirito patriottico, di compilare un “(ironico) vademecum” dei regali da evitare (a Natale e non solo). 

Di seguito cosa non regalare per non vedere malcelate espressioni colme di delusione:

  1. Bagno schiuma, sapone, set da bagno, sali e via dicendo: a meno che il vostro regalo profumato non serva a farci capire che dovremmo far pace con la doccia, per favore, il bagno schiuma usatelo voi.
  2. Tutti quei dozzinali braccialetti di pseudo-acciaio, spesso con charmes che nel 90% dei casi si perdono: di svariate marche, circolano da diverso tempo, e li abbiamo ricevuti in tutti i modi, in tutti i luoghi e in tutti i laghi (io ne ho quindici, tutti uguali). Sono di un “acciaio” che diventa nero dopo due giorni, e le scritte si cancellano dopo tre. È un regalo che dice: non sapevo cosa prendere e non avevo il tempo di pensare a qualcosa per te. Consigliato se avete quindici anni o se il destinatario è la collega che vi sta sulle palle. 
  3. Ciabatte dalle forme improponibili: ok che si usano per stare in casa, e va bene pure che dovrebbero essere un regalo divertente. Ma veramente pensate che il destinatario del vostro regalo indossi ingombranti elefanti ai piedi? Si riempiono di polvere, dopo una settimana puzzano di scimmia e diventano nere manco avessero fatto la lotta nel fango. Anche le ciabatte “normali” sono da evitare.
  4. Pigiami, calze, mutande, maglie della salute, asciugamani, accappatoi: a meno che il destinatario di questi regali non sia un vecchio parente di 103 anni… vi prego, risparmiateci il divertente pigiama con la gigantografia di Minnie. 
  5. Gift card: ma veramente? Meglio mettere dei soldi in una busta con scritto sopra auguri e uno smile (almeno lo personalizzate un pochino). 
  6. Profumi: dipende… se sono quelli che fungono anche da repellente per insetti, usateli voi. Se, invece, è un regalo desiderato, sapete qual è la fragranza che potrebbe piacere al destinatario, e non puzza di ddt… ok, ma vi siete sprecati, eh! 
  7. Ninnoli: questa categoria raccoglie svariati elementi. Troviamo l’oggettistica scadente, il porta candela natalizio, angeli, fate, farfalle, soprammobili di diverso tipo e bla bla… Ma davvero volete regalare un oggetto che, nel migliore dei casi, finirà nel ripiano più alto di una libreria a prendere polvere? 
  8. Agenda: se siete il datore o la datrice di lavoro del destinatario del vostro regalo, ve lo concedo, altrimenti… Shame! Shame on you!
  9. Candele e oli profumati: se dovete fare un regalo a un patito di candele o ad una massaggiatrice, ok… ben vengano. Altrimenti, per favore, pensate a qualsiasi altra cosa che non faccia parte di questa lista.
  10. Suppellettili per la casa, elettrodomestici e simili: un regalo è un qualcosa di personale. Cosa hanno di personale dei suppellettili per la cucina? Ma qualcuno vi ha mai reso felici regalandovi del detersivo della lavatrice per il compleanno? Perché questa cattiveria?

E mi raccomando:

  • No ai regali riciclati: o almeno prestate attenzione alla presenza di eventuali dediche e bigliettini, e alla scadenza se si tratta di cioccolate, biscotti e bla bla…
  • No ai regali reiterati: potete regalare un profumo per dieci anni di fila? Un po’ di fantasia!
  • No ai regali insensati;
  • No ai regali do ut des: un dono viene dal cuore, non deve essere per forza ricambiato. Non fate come quelle persone che girano con la busta in borsa e aspettano la mossa dell’altro per tirar fuori il proprio presente;
  • No ai regali fatti giusto per.. : ce ne rendiamo conto quando in realtà avreste preferito spendere i vostri soldi per qualsiasi altra cosa, e non per il “fantastico” ombrello che ci avete rifilato come dono;
  • No ai regali troppo personali se conoscete poco la persona in questione: se io odio il tennis, non mi potete regalare una racchetta.

Dritta extra:

Avete presente le marche di gioielli che fanno ciondoli, orecchini e anelli con il segno zodiacale o il simbolo del mese di nascita? Sì, proprio quelle. Non facciamo la collezione dei vari ciondoli, ci interessa solo quello che rappresenta il mese della nostra nascita o il nostro segno zodiacale. Quindi se ci vedete al collo il ciondolo del mese di dicembre, non regalateci quello del mese di gennaio… pensate ad altro.

Ripetete con me: i monili con i simboli dei vari mesi e dei diversi segni zodiacali NON SI COLLEZIONANO, ad ognuno il suo!

E ci tengo a dirvi ciò, perché a me è successo.

Quindi, cari amici e amiche del regalo last minute e non, questi sono i miei consigli per non incorrere nella triste esclamazione “uuuuuuuuuh che bello!”.

Consigli che vogliono strappare un sorriso a chi sa già che scarterà il famigerato set da bagno, o a chi sta per far incartare un ombrello, delle presine natalizie o un soprammobile che dovrebbe rappresentare un angelo.

E comunque sia: è sempre bello ricevere un regalo, sapere che l’altra persona ha avuto un pensiero per noi, vedere la sorpresa e la felicità in chi scarta. Perciò, se troveremo una sveglietta, facciamoci una risata e regaliamoci un abbraccio.

Buone feste!

Leggi anche:

13 commenti

  1. Penso che il tuo articolo dovrebbe essere salvato per ricordarlo sempre a dicembre. Siamo davvero i più ingenui quando pensiamo che i regali che facciamo a Natale siano i migliori. E che gli altri saranno molto felici. E il peggio è quello che pensano i familiari e gli amici che lo ricevono. Quello che hai fatto è una guida molto specifica su cosa non fare in termini di regali. Coloro che avrebbero ricevuto regali inappropriati ti ringrazieranno. E noi, che lo facciamo, risparmiamo tempo e denaro.

    Piace a 2 people

  2. 😂😂😂
    Le moppine, però, son utili e carine 😊 salvale dal mucchio 😅
    Il top assoluto è sicuramente il/la tipo/a che ti ha regalato il ciondolo non del tuo segno 😂😂😂
    A meno che non abbia mitigato con un po’ di inventiva fantasioso, poetica; ogni ciondolo rappresenta un cavaliere dello zodiaco e tu devi averli tutti perché sei Atena 😊
    p.s. Fiu,😛 la teiera a forma di tardis non c’è in elenco, quindi sto tranquillo a regalarla 😊 giusto ?🤔
    😁

    Piace a 1 persona

  3. Sinceramente a me i bagnoschiuma, i pigiami, guanti, cuffie, candele…fanno molto piacere! Ma per fortuna non sono cristiana e non festeggio il Natale ma Yule, la festa vera: a Yule non si fanno regali! Capita magari di scambiarli con i parenti cristiani e allora preferisco fare, e ricevere, qualcosa fatto con le proprie mani e quindi personalizzato

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.