Disconnessa

Questo mese non ci sarà nessun riassunto. Non ho pubblicato nulla.
Ho solo scritto qualche appunto sparso, bozze incomplete, ma niente di concreto.
Spero di sommergere le vostre caselle di post nei prossimi giorni. 🙂

Nonostante l’assenza, ho comunque voglia di raccontarvi qualcosa.

Le letture procedono e la mia reading challenge è arrivata a undici libri… bene, ma non benissimo!

Questo mese ho letto:

  1. Falli soffrire: gli uomini preferiscono le stronze di Sherry Argov e  se volete un consiglio: evitate questo libro! Tremate quando lo vedete!  Nei prossimi giorni vi dirò anche i motivi che mi hanno portato a scrivere questo.
  2. Sii bella e stai zitta- Perché l’Italia di oggi offende le donne di Michela Marzano 

Al cinema ho visto A casa tutti bene di Gabriele Muccino e La forma dell’acqua di Guillermo del Toro. Sul primo non mi dilungo: ho definitivamente capito di non amare queste commedie intrise di drammaticità. Il secondo, invece, mi ha fatto uscire dalla sala con la faccetta alla: “ma che c@$$o….”. Bello, curatissimo, ma la sua protagonista fa sesso con un uomo pesce… un uomo pesce. Ci rendiamo conto?

Dalla lista delle serie tv ho depennato: Everything Sucks! e la terza stagione di Z-Nation. Entrambe non degne di nota.

Uscendo fuori dall’ambito film\libri\serietv, vi racconto che mi sono ritrovata a far parte di un gruppo di “letteratura creativa” e, fra una discussione e l’altra, ci è stato chiesto di leggere qualcosa scritto da noi: potevo non proporre le mie storie? Per la prima volta ho letto le mie Memorie di una collegiale davanti a un pubblico. Vergogna e balbuzia a parte, non ho ricevuto nessun uovo. Ed è una cosa positiva.

e poi… mi sono disconnessa e, in tutta sincerità, non ho idea di quanto ancora durerà questo mio periodo di “silenzio”. Non ci sono dei motivi particolari per questa “sparizione”, a parte il lavoro e nuovi impegni. Ogni tanto credo che sia anche giusto abbandonare il virtuale e ritornare a vivere il reale come facevamo una volta.

Nel frattempo auguro a tutti voi di passare una felice Pasqua, di mangiare tanta pastiera e aprire molte uova (rigorosamente Kinder, mi raccomando!).

A presto!
🙂

 

 

Annunci

17 commenti

  1. Fai bene a staccarti se ne senti la necessità
    Sempre meglio, se possibile ovviamente , fare quello che ci si sente di fare 🙂
    Senza contare che sei una fanciulla, ci sta che tu ti faccia desiderare  un po’ 🙂
    Che le memorie riscuotessero consensi non avevo dubbi, ma leggerlo in pubblico resta un bel passo 🙂
    11? Mmh Leggero calo ma resta un buon numero 
    Ah dimenticavo Buona Pasqua 🙂 
    P.s probabilmente rischio il ban, ma io vado di lindt 😀

    Mi piace

  2. È bello quello che hai scritto. Per quanto riguarda i libri, da un paio d’anni sono molto interessato ai libri (anche romanzati) che si occupano dell’Istria e di quelle zone dopo gli anni 40.
    Curiosità: “Com’è fatto l’uomo pesce?
    Buona notte.
    Quarc

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.